Royal Wedding: chi è Meghan Markle e come cambierà la sua vita dopo il matrimonio con Harry

Le sue origini, i lavori da calligrafa e la carriera nel mondo dello spettacolo, i progetti umanitari e l’ex marito, tutto sulla futura moglie del principe Harry

Loading...

Sabato 19 maggio il principe Henry del Galles (sesto in linea di successione al trono del Regno Unito) e la fidanzata Rachel Meghan Markle convoleranno a giuste nozze. Un evento mediatico che sarà seguito in tv da milioni di persone e che in Italia verrà trasmesso su Real Time a partire dalle 11.30. Ma chi è la futura Her Royal Highness Princess Henry of Wales (Sua altezza reale principessa Henry del Galles), come ha conosciuto Harry e come cambierà la sua vita post matrimonio? La 36enne non ha sangue blu (come Kate Middleton), è americana (come Wallis Simpson), è cresciuta come cattolica (ha ricevuto il battesimo secondo il rito anglicano a marzo del 2018), è divorziata (come Camilla Parker Bowles), era un’attrice (come Grace Kelly prima di sposare il principe Ranieri di Monaco), ha tre anni più del futuro marito ed è birazziale (come ama definirsi lei) con sangue afroamericano nelle vene.“È STATO DIFFICILE FARMI SPAZIO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO, NON ERO ABBASTANZA NERA PER I RUOLI DA NERA E NON ERO ABBASTANZA BIANCA PER I RUOLI DA BIANCA”

 

Harry ti presento Meghan: ecco chi è il misterioso Cupido
Subito dopo il fidanzamento ufficiale con tanto di comunicato diffuso da Kensington Palace, il principe Harry e la futura sposa Meghan Markle hanno rilasciato la loro prima intervista ufficiale come coppia. Un’intervista in cui hanno parlato anche del loro primo incontro, un vero e proprio appuntamento al buio «Siamo stati presentati da un’amica comune. Dobbiamo però proteggere la sua privacy: non possiamo rivelare molto di lei». Ma la stampa inglese non ha impiegato molto a unire i puntini e scoprire chi sia questa misteriosa donna che ha fatto da match-maker (anche se la diretta interessata non ha mai confermato né smentito la cosa). Si tratterebbe di Violet von Westenholz, 33 anni, che conosce Harry fin da piccola grazie all’amicizia che lega il padre il barone Piers von Westenholz a Carlo d’Inghilterra. La giovane lavora come PR da Ralph Lauren e proprio attraverso il suo lavoro ha conosciuto Meghan Markle. Sarebbe quindi lei il Cupido che ha organizzato il fatidico appuntamento al buio tra i due futuri sposi. Le origini della principessa
Rachel Meghan Markle è nata a Los Angeles il 4 agosto 1981. La madre Doria Radlan è afroamericana e fa l’insegnante di yoga, il padre Thomas è di origini irlandesi e olandesi ed è direttore delle luci sui set di molte serie tv e film. Le sue origini e i suoi genitori—nonostante abbiano divorziato quando lei aveva solo sei anni—sono stati fondamentali nella sua crescita. La passione per il cinema e la tv è stata instillata in Meghan dal padre che fin da piccola la portava sul set della sit-com Sposati… con figli mentre il fatto che con la madre formava una coppia mista ha contribuito ad accrescere in Meghan la consapevolezza di chi era.

Loading...

«È stato difficile farmi spazio nel mondo dello spettacolo» ha raccontato «non ero abbastanza nera per i ruoli da nera e non ero abbastanza bianca per i ruoli da bianca». Quando alle elementari deve sbarrare una casella con le sue origini è indecisa tra “caucasica” e “afro” «sono spesso stata etichettata come etnicamente ambigua: ero latina? Sefardita (ebrea residente nella penisola iberica, ndr), caucasico-esotica?». Dopo anni di zona grigia ha imparato a essere orgogliosa del suo stato e ha deciso di definirsi come “birazziale”: «Immaginando di dover compilare un questionario» ha scritto in una lunga lettera alla stampa inglese «alla voce ‘etnia’ dovrei scegliere ‘altro’, ma la mia risposta oggi che io e tutte le persone come me siamo molto più che ‘altro’».La carriera nello spettacolo
Meghan Markle ha iniziato a lavorare come modella e calligrafa (realizzando anche gli inviti di nozze per Robin Thicke e Paula Patton) per pagarsi gli studi di recitazione. Ha esordito nel mondo dello spettacolo con piccole parti in serie tv come General Hospital nel 2002 e due puntate di Fringe nel 2009. Nella sua carriera alterna il cinema e la tv, infatti nel 2005 appare nella pellicola Sballati d’amore. Ma il film per cui è ricordata è la commedia nera del 2011 di Seth Gordon, Come ammazzare il capo e vivere felici. La svolta però avviene nel 2011 quando viene scelta per il ruolo di Rachel Zane nella serie tv Suits «I produttori non stavano cercando un’attrice biracial, né qualcuno che fosse per forza bianco o nero, stavano semplicemente cercando Rachel Zane». Fino all’aprile scorso ha pubblicato il suo blog di lifestyle The Tig dando consigli di moda, alimentazione, viaggi e bellezza.

L’ex marito


Trevor Engelson ha 40 anni, è nato il 23 ottobre del 1976 a Great Neck, nello stato di New York, ed è un produttore e manager americano. Incontra la giovane attrice nel 2004 in un bar, è subito amore ma il fidanzamento ufficiale arriva solo sei anni dopo e il matrimonio il 10 settembre del 2011 sulle spiagge della Giamaica. Nel 2011 la carriera di Meghan era in rapida ascesa e infatti poco prima delle nozze aveva firmato proprio per il ruolo di Rachel Zane in Suits. Il matrimonio fu subito a distanza, con lui di base a Los Angeles e lei impegnata sul set a Toronto in Canada, dove la serie veniva girata. Risultato? Nell’agosto del 2013 arrivò il divorzio per “differenze inconciliabili” con la separazione voluta da lei che, come racconta una biografia non autorizzata, restituì a Trevor l’anello di diamanti per posta raccomandata.No ad autografi e selfie: la lista dei divieti
È lunga la lista delle cose che saranno vietate a Meghan una volta entrata a far parte della famiglia reale. Ha dovuto rinunciare alla carriera e infatti ha già lasciato la serie tv Suits così come il suo incarico all’ONU dove ricopriva il ruolo di ambasciatrice per i diritti delle donne e l’uguaglianza di genere. Ha inoltre detto addio al suo Paese trasferendosi in Gran Bretagna e spostando la sua residenza nella dependance di Kensington Palace. E poi ci sono altre regole che riguardano cose molto più quotidiane: no ai selfie o alle foto con drink in mano; niente giretti da sola, sarà sempre seguita dalla sicurezza; divieto di rilasciare autografi perché potrebbero falsificare la firma; no ai social personali (ha già chiuso il profilo Instagram, Facebook e Twitter), comunicherà sotto l’account di @KensingtonRoyal; non sono gradite le dimostrazioni pubbliche di affetto; dovrà evitare gli abiti succinti (stile vedo non vedo), le gambe nude (sono ammesse solo calze color carne), gli smalti colorati, le maxi bag e le zeppe (non gradite alla Regina), e per finire: se si trovasse a dormire sotto lo stesso tetto di Elisabetta II non potrebbe ritirarsi nelle sue stanze prima di lei!No ad autografi e selfie: la lista dei divieti


È lunga la lista delle cose che saranno vietate a Meghan una volta entrata a far parte della famiglia reale. Ha dovuto rinunciare alla carriera e infatti ha già lasciato la serie tv Suits così come il suo incarico all’ONU dove ricopriva il ruolo di ambasciatrice per i diritti delle donne e l’uguaglianza di genere. Ha inoltre detto addio al suo Paese trasferendosi in Gran Bretagna e spostando la sua residenza nella dependance di Kensington Palace. E poi ci sono altre regole che riguardano cose molto più quotidiane: no ai selfie o alle foto con drink in mano; niente giretti da sola, sarà sempre seguita dalla sicurezza; divieto di rilasciare autografi perché potrebbero falsificare la firma; no ai social personali (ha già chiuso il profilo Instagram, Facebook e Twitter), comunicherà sotto l’account di @KensingtonRoyal; non sono gradite le dimostrazioni pubbliche di affetto; dovrà evitare gli abiti succinti (stile vedo non vedo), le gambe nude (sono ammesse solo calze color carne), gli smalti colorati, le maxi bag e le zeppe (non gradite alla Regina), e per finire: se si trovasse a dormire sotto lo stesso tetto di Elisabetta II non potrebbe ritirarsi nelle sue stanze prima di lei!

Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: